Odore vaginale – Cause e come eliminare il cattivo odore intimo

Ultimo aggiornamento: 21/11/2022

Molote donne sono affette occasionalmente da fastidi come il cattivo odore intimo. Questo può non solo rappresentare un problema di salute della vagina, ma può rivelarsi imbarazzante in situazioni intime.

L'odore vaginale pesante e cattivo può essere un segno del tuo corpo, che prova a dirti che c'è qualcosa che non va. In questa guida puoi leggere di più su cosa fare in caso di cattivo odore intimo.   

Vai direttamente a: Come rimuovere il cattivo odore intimo

Letto da Anne Thestrup Meimbresse

Anne, Farmacia di Varde, Danimarca
Anne ha conseguito un Master in Farmacia presso l'University of Southern Denmark e lavora come farmacista presso la farmacia di Varde da diversi anni, consigliando sia i clienti che i medici sull'uso corretto dei prodotti medicali. Qui puoi vedere il profilo di Anne.

Cause del cattivo odore intimo

Nel suo stato naturale e ottimale, la vagina ha un leggero odore, seppur delicato. La tua flora vaginale, infatti, ha un pH dal valore compreso tra 3,8 e 4,2, su una scala che va dall'acido al basico e dove il valore neutro è 7. Più il numero del pH è basso, più questo è acido. Ciò significa che il pH vaginale, nel suo stato ottimale, è acido. L'ambiente acido è il modo che la vagina ha per tenere fuori virus e batteri che non sono endemici. Questo fa si che nelle parti intime ci sia sempre un leggero odore vaginale - quindi non preoccuparti se questo è il tuo caso.

Tuttavia, in caso l'odore vaginale diventasse più forte, ciò potrebbe essere sintomo di infezioni o malattie della vagina. Spesso, il cattivo odore è accompagnato anche da variazioni nel tipo e quantità di perdite vaginali, che però, come per l'odore, è normale avere, in quantità moderate.

Esistono diverse cause a provocare un odore vaginale molto forte, alcune più gravi di altre. Il cattivo odore intimo può anche presentarsi per via di condizioni normali come le mestruazioni, una gravidanza o altri tipi di cambiamenti ormonali. In questa guida ti daremo una panoramica dei possibili motivi per cui la tua vagina ha un cattivo odore.

3 prodotti contro il cattivo odore intimo

3 prodotti intimi contro cattivo odore intimo, prurito e bruciore vaginale

€29,99

Candida vaginale

La candida vaginale, o micosi della vagina, è causata in più dell'80% dei casi dal fungo chiamato Candida albicans. Questo fungo si trova normalmente sulle mucose genitali, ma in uno stato latente, che non causa danni alle aree circostanti. Nel momento in cui le difese immunitarie si indeboliscono o la flora batterica subisce un cambiamento, questi funghi iniziano a riprodursi in maniera eccessiva, andando ad alterare la salute dell'area vaginale.

L'equilibrio della flora batterica è un equilibrio delicato, che può essere disturbato in diversi modi. Tra i tanti motivi, lo sperma è uno dei motivi frequenti per cui l'equilibrio naturale della vagina può modificarsi.

Lo sperma è a pH basico, mentre il pH della vagina è acido. Il mix dei due può portare a cambiamenti nello status dei batteri dell'acido lattico, dando alla Candida albicans ampie opportunità di proliferazione. La proliferazione dei funghi vaginali conduce a prurito e cattivo odore intimo.

Per questo, se soffri di prurito intimo, in combinazione con un odore sempre più forte, ciò potrebbe essere un segno di infezione vaginale da funghi. In tal caso, è importante agire a riguardo. Non solo perché la candida provoca fastidio a te, ma anche perché potresti infettare il tuo partner durante i rapporti sessuali.

Tuttavia, è molto raro, ma dovresti comunque essere consapevole del rischio. Gli uomini possono essere infettati solo dalle donne, non viceversa. Pertanto, nemmeno l'infezione vaginale da lievito è una vera malattia venerea.

Malattie sessualmente trasmissibili

Le malattie sessualmente trasmissibili sono, come dice il nome, quelle malattie che vengono trasmesse soltanto attraverso il contatto sessuale. Il rischio di contrarre una MST, ovviamente, aumenta nel momento in cui aumenta il numero di partner sessuali. Esistono diverse malattie veneree che possono causare un cattivo odore intimo.

Herpes genitale

Il cattivo odore vaginale può verificarsi anche a causa di un infezione a trasmissione sessuale dal nome di Herpes genitale, la quale è un'infezione virale della vagina. Questa è una malattia a trasmissione sessuale causata dal virus Herpes simplex, e può essere contratta nel momento in cui le mucose genitali entrano in contatto tra loro durante i rapporti sessuali, nel caso in cui una delle persone sia infetta.

L'herpes genitale non è una malattia pericolosa, ma differisce da altre malattie sessualmente trasmissibili, in quanto non scomparirà mai dal tuo corpo. Ciò significa che, una volta contratto, il virus Herpes Simplex rimarrà in uno stato latente nel tuo organismo, per il resto della tua vita.

Tuttavia, ciò non significa che l'herpes non possa essere trattato. I suoi sintomi, infatti possono essere gestiti con farmaci antivirali. Per molte persone, l'herpes genitale rimane in uno stato latente, senza manifestarsi con sintomi. Se i sintomi dell'herpes, però, si manifestano, questi appaiono sotto forma di focolai a grappolo di piccole vesciche dolorose, che possono trovarsi sia all'interno della vagina che esternamente, sui genitali.

Queste piccole vesciche, oltre a provocare prurito e dolore, possono scoppiare, riversando il proprio contenuto e diventando ulcere. È proprio questa fase a poter dare origine a un cattivo odore intimo.

Clamidia e gonorrea

La clamidia e la gonorrea sono altre due malattie sessualmente trasmissibili, che si trasmettono principalmente attraverso rapporti sessuali non protetti. Queste sono entrambe un'infezione batterica che produce bruciore, prurito e fastidio nelle vie urinarie, e può essere causare di cattivo odore vaginale. L'infezione da clamidia o gonorrea  può verificarsi nell'uretra, nella cervice o nel retto.

Clamidia e gonorrea possono essere difficili da individuare, perché in molti casi, provocano sintomi lievi, che possono essere confusi con altre problematiche intime come la cistite. Queste due malattie possono causare una sensazione di bruciore nell'addome, specialmente durante la minzione, e causare un dolore a basso ventre e schiena. Perciò, se avverti questi sintomi insieme ad un aumento dell'odore vaginale, questo potrebbe essere un segno di una delle due malattie veneree.

Gravidanza e cattivo odore intimo

Durante la gravidanza è normalissimo che tu abbia più perdite vaginali del solito, ed è anche normale che la tua vagina abbia un odore più forte durante e dopo la gravidanza. Gli ormoni della gravidanza, infatti, influenzano la vagina in diversi modi: la membrana mucosa diventa più spessa e, quindi vengono prodotte più secrezioni del solito. Le perdite vaginali durante la gravidanza sono generalmente limpida, acquose o biancastre.

Durante la gravidanza, anche l'equilibrio del pH viene modificato, e ciò influisce sulla flora batterica della vagina rendendo le secrezioni diverse dal normale. Anche per questo motivo, l'odore vaginale può cambiare ed essere percepito come cattivo.

Ovviamente, se durante la gravidanza noti sintomi che non sono regolari, come delle perdite molto diverse o maleodoranti, dovresti consultare il tuo medico. Questi sintomi, infatti, potrebbero essere causati da un'infiammazione della vagina, una micosi o una vaginosi batterica.

In gravidanza, infatti, esiste un rischio maggiore di contrarre micosi vaginali, per questo è mantenere sotto controllo i cambiamenti nella secrezione e nell'odore o la comparsa di prurito e bruciore.

Detto ciò, anche l'olfatto tende ad essere influenzato dalla la gravidanza, e questo potrebbe farti percepire il tuo odore vaginale come forte o addirittura sgradevole, più di quanto in realtà non lo sia.



Cattivo odore intimo dopo il sesso

Dopo un rapporto sessuale non protetto, è molto comune che dalla vagina possa arrivare un cattivo odore, descritto da alcuni come un odore di pesce. Questo perché il muco normalmente presente nella vagina contiene diversi microrganismi, compresi i batteri dell'acido lattico.

Questi batteri assicurano che la secrezione vaginale abbia il giusto valore di pH, che si aggira nella parte acida della scala del pH. Lo sperma, al contrario, ha un valore pH più alto e alcalino. Quando le due secrezioni si mescolano, quindi, il valore di pH complessivo aumenta. La creazione di un ambiente vaginale più basico rende l'odore di alcuni batteri più pungente, risultando sgradevole.

Questa è una reazione puramente chimica, quindi l'odore dovrebbe scomparire abbastanza rapidamente. Alcune donne, però, notano che il cattivo odore intimo non va via. Ciò può essere dovuto al fatto che, grazie all'ambiente più basico, alcuni tipi di batteri possono proliferare più facilmente. Questi sono i cosiddetti batteri anaerobici, i quali sono innocui, ma possono rappresentare un grande fastidio.

Per evitare il cattivo odore intimo, puoi utilizzare diversi prodotti in grado di contrastare l'odore sgradevole. Tra le altre cose, ti consigliamo di usare Intim Glide, un gel lubrificante che contrasta il cattivo odore vaginale dovuto al sesso.

Intim Glide va applicato prima di ogni rapporto sessuale, ma anche durante e dopo, per ridurre l'odore indesiderato e altri fastidi come secchezza e irritazione. Il trattamento con Intim Glide è efficace e deve essere ripetuto prima di ogni rapporto.

Video: Prurito, secchezza e bruciore a causa del sesso

Lubrificante a base d'acqua contro secchezza, bruciore e prurito

Gel intimo naturale per combattere l'irritazione prima, durante e dopo l'attività sessuale

€9,99

Vaginosi batterica

La vaginosi batterica è una condizione fastidiosa che produce un odore vaginale forte e sgradevole. Spesso questo cattivo odore intimo diventa più forte dopo il rapporto sessuale, trasformarsi in un forte odore simile a quello di pesce. Il forte odore di pesce è in parte dovuto alla miscelazione di sperma e secrezioni.

La vaginosi batterica è una condizione comune in molte donne e si stima che circa 1/3 ne sperimenteranno il disagio ad un certo punto della loro vita.

Questa spiacevole condizione si verifica poiché la vagina viene infettata da una eccessiva proliferazione di batteri, che normalmente esistono nella vagina solo in misura limitata. Uno di questi batteri potrebbe essere, per esempio, la Gardnerella vaginalis conosciuta con il semplice nome di Gardnerella. Se l'ambiente vaginale si modifica, infatti, ciò fornisce ai batteri le condizioni ottimali per moltiplicarsi sulle mucose della vagina.

Oltre ai cambiamenti del valore pH, la ragione del cattivo odore intimo può essere anche ormonale.


Cibi forti, odore forte

Avrai sicuramente notato che, quando mangi asparagi, per esempio, la tua urina ha un odore un po' strano. Lo stesso può valere per le tue perdite vaginali. Alcuni alimenti, infatti, possono causare un cattivo odore intimo.

Questo vale per gli asparagi, come per aglio, cipolla e broccoli. Quindi, se mangi molto aglio e l'odore della tua vagina è forte, dovresti considerare diminuirne le quantità, per provare a vedere se la situazione del tuo odore vaginale migliora.


Come eliminare il cattivo odore intimo

Il cattivo odore intimo è un problema fastidioso per molte donne, motivo per cui è importante sapere come sbarazzarsi del problema.

Per prima cosa, ti consigliamo di usare Femigel di Australian Bodycare, un gel a base d'acqua e privo di ormoni, che contrasta efficacemente i batteri della vagina. Il gel contiene Tea Tree Oil naturale che, oltre a essere antibatterico e antisettico, idrata per bene le tue parti intime. Femigel è basato su ingredienti naturali, oltre ad essere dermatologicamente testato e a pH regolato, quindi puoi usarlo in tutta sicurezza nella zona delicata dei genitali esterni.

In un test clinico, l'88% delle donne intervistate afferma che il gel ha rimosso ilo loro cattivo odore intimo.

Usa un tubetto di Femigel ogni tre giorni. Nei casi più gravi, in cui l'odore è molto forte, ti consigliamo di applicare il gel ogni giorno intorno all'apertura vaginale.

Per un'azione extra contro il cattivo odore vaginale, puoi anche usare un deodorante intimo rinfrescante come Intim Deo di Australian Bodycare, che va a neutralizzare i batteri e il cattivo odore vaginale.

Video: Scopri di più sulla giusta igiene intima per contrastare il cattivo odore

Quando consultare un dottore?

Se avverti cambiamenti nell'odore vaginale e noti anche alcuni dei sintomi di una delle malattie sessualmente trasmissibili di cui abbiamo parlato, dovresti consultare un medico in modo da poter ottenere il giusto trattamento per la tua condizione.

Se hai il minimo dubbio, dovresti sempre consultare un medico in modo da poter trovare la causa del tuo fastidio intimo e del cattivo odore, e cercare di eliminare il disagio.


Come prevenire il cattivo odore intimo

È sempre meglio prevenire che curare, e questo si applica anche all'odore intimo, in modo che questo non diventi un problema.

Per prima cosa, assicurati di mantenere una buona igiene intima lavando le parti intime almeno una volta al giorno. Ricorda, però, di non usare un sapone normale, ma un sapone intimo sviluppato per lo scopo, poiché la zona vaginale è particolarmente sensibile.

Per lavare le parti intime, puoi usare Intim Wash di Australian Bodycare, che elimina efficacemente i batteri, senza irritare o seccare la pelle. Ricorda anche di cambiare la biancheria intima ogni giorno.

In seguito alla detersione, puoi lubrificare l'area vaginale con Femi Daily, un gel quotidiano appositamente sviluppato per prevenire i disagi intimi e gli odori sgradevoli. Con il Tea Tree Oil presente in Femi Daily, otterrai un aiuto efficace nella lotta contro i batteri che possono causare il cattivo odore vaginale.

Femi Daily, così come il deodorante intimo Intim Deo, è dermatologicamente e ginecologicamente testato, e ha il pH calibrato per il pH intimo. Per questo, i due prodotti sono adatti anche alle pelli più delicate. Lubrifica quotidianamente la parte esterna dell'apertura vaginale per prevenire l'odore indesiderato.

Un'altra buona precauzione che puoi prendere se vuoi evitare l'odore vaginale è quella di usare il preservativo durante i rapporti sessuali. In questo modo, ridurrai le probabilità di contrarre una malattia venerea e di lasciar entrare batteri estranei nella tua vagina.

Ti consigliamo, inoltre, di evitare anche biancheria intima e vestiti troppo stretti. Dai alla vagina la possibilità di respirare, in modo che non si sviluppino batteri maleodoranti.

3 prodotti contro il cattivo odore intimo

3 prodotti intimi contro cattivo odore intimo, prurito e bruciore vaginale

€29,99